La sostenibilità di Casa Bonita Menorca

Da quando ho iniziato a sentire il lume della ragione, mi sono resa conto che la sostenibilità scorre nel mio DNA e l’essere sostenibile è per me qualcosa di intrinseco e spontaneo. Perciò, ho scelto nel tempo le organizzazioni attive nella protezione del territorio e delle tradizioni di Minorca. Ho incontrato persone speciali con cui amo condividere azioni come pulire spiagge e campi, piantare alberi… Esperienze che, quando è possibile, condivido anche con gli ospiti e amici di Casa Bonita Menorca.

GOB Menorca, ecologismo responsabile

Da 45 anni questa associazione senza animo di lucro è impegnata nella protezione e difesa di Minorca. Come soci e volontari, sosteniamo il GOB in progetti di “adozione di spiagge e coste“, Custodia Agraria, Bottega del Claustre a Mahon.

GOB

Menorca Reserva de Biosfera

Dal 1993 Minorca è Riserva della Biosfera Unesco e Casa Bonita Menorca è un progetto di accoglienza sostenibile. Adottiamo le linee guida della riserva e siamo orgogliosi di avere ottenuto il marchio Menorca Reserva de Biosfera.

Menorca Reserva Biosfera

Menorca Preservation

Menorca Preservation sostiene le iniziative ambientali locali. Siamo convinti che rafforzare le iniziative locali sia fondamentale per contribuire al cambiamento sostenibile di Minorca e collaboriamo al progetto “1 € per tavolo/affitto”.

Menorca Preservation

Trebaluger Equine Rescue Center

A 10 minuti da Casa Bonita, c’è un rifugio che accoglie cavalli e asini maltrattati e/o abbandonati. Creato da tre amiche inglesi, noi lo sosteniamo con una donazione mensile che copre parte delle necessità quotidiane degli animali.

Contribuire è sempre un piacere, a Minorca è un onore: essere sostenibile è il mio modo di dire grazie all'isola che mi ha accolta e mi fa sentire a casa

Gloria Vanni

Articoli del blog dedicati alla sostenibilità

Questi sono solo tre esempi di articoli che ho scritto sulla sostenibilità a Minorca. Sulla necessità di un’isola che, come altri luoghi e come la Terra, ha assoluto bisogno di essere rispettata e protetta. Un’isola fragile, in equilibrio precario tra la stagione invernale e quella estiva dove, per esempio, si triplica il numero di persone presenti. Minorca ha bisogno del turismo e, con il contributo di tutti, con piccoli gesti quotidiani, possiamo impegnarci a preservarne unicità e bellezza. E non è una sfida impossibile, anzi!